Sigaretta Elettronica Blog

E’ la volta di New York

Esigarettanews
15 giu 2012

Mentre New York City fa parlare di se vietando la vendita di bevande zuccherate per una quantità superiore alle 16 once e procede verso la depenalizzazione del possesso di marijuana, ecco che lo Stato di New York introduce un disegno di legge per vietare le sigarette elettroniche.

 

Il Senatore Kemp Hannon ha proposto un disegno di legge per introdurre il divieto della vendita di Sigarette Elettroniche nello stato di New York, ma ciò non solo in riferimento ai minori come già altri stati hanno fatto o hanno intenzione di fare bensì a tutta la popolazione dello stato.

I circa 250.000 vapers di New York avevano già assistito al divieto di fumare in quasi tutti i luoghi pubblici (e privati in alcuni casi) ed avevano fatto proseliti sull’apprezzatissima alternativa al fumo moltiplicandosi Pro Ecig.

Potete scorrere il testo della proposta di legge: QUI

La proposta di legge menziona anche l’esplosione di una Sigaretta Elettronica del mese di Febbraio che a nostro avviso (ma probabilmente ad avviso di molti) sarà un ulteriore pretesto per portare avanti la crociata. E’ chiaro che i NON addetti ai lavori hanno visto l’esplosione come una minaccia per la salute, tralasciando completamente il fatto che questa non fosse stata utilizzata ed assemblata nei dovuti modi producendo più che una sigaretta elettronica, una piccola bomba a forma di tubo

Ovviamente nel testo non manca il riferimento al Glicole “Dietilenico” sostanza tossica che appariva mesi e mesi fa in alcune sigarette elettroniche di vecchia generazione ma che ormai i produttori di eliquid di quasi tutto il mondo hanno completamente abbandonato.

E’ chiaro che i NON addetti ai lavori hanno visto l’esplosione come una minaccia per la salute, tralasciando completamente il fatto che questa non fosse stata utilizzata ed assemblata nei dovuti modi producendo più che una sigaretta elettronica, una piccola bomba a forma di tubo.

Noi, per concludere, non possiamo far altro che continuare a seguire l’eterna lotta aspettando che anche l’Italia si schieri (o cerchi di farlo) pro o contro questo incredibile dispositivo, che a prescindere da tutto,  continua ad allontanare i fumatori dai rischi legati al tabagismo.

FONTE

Articoli molto simili

1 Commento

  1. FrancyPA

    Mah, speriamo che l’Italia abbia un po’ più di buon senso rispetto agli ammmeregani

Lascia la tua opinione

Top