Sigaretta Elettronica Blog

Guida all’utilizzo dell’UFS (Uninterrupted Feeding System)

Esigarettanews
25 lug 2012

Reputandolo fino a prova contraria uno dei migliori se non il miglior sistema d’alimentazione concepito per struttura, materiali ed innovazione, di seguito un breve riepilogo sulla Release 2 dell’UFS (reputandola quella più attuale e col presupposto che le due versioni si differenziano per piccoli particolari o dotazioni d’acquisto).

Descrizione e Materiali 

L’UFS è un sistema d’alimentazione nativo per GGTS interamente realizzato in Stainless Steel, fatto salvo per la vaschetta disponibile sia in Acciaio Inox che in Plexiglass; in sostanza si tratta di un sistema d’alimentazione per atomizzatori 510 che grazie ai suoi raccordi mantiene il liquido in tenuta stagna e l’atom a bagno nel liquido alimentandolo dai suoi fori posti in basso per mezzo di una ghiera che ruotando li scopre o li occlude.

Come nell’ormai noto sistema di regolazione dell’Air Flow del GGTS, anche l’UFS ha un suo proprio Collector Tank implementato di una ghiera detta CR (Collector Ring) che scopre ed occlude i fori posti sul CT per determinare l’afflusso dell’aria. La vera innovazione dell’UFS (che altro non è che uno sviluppo teorico dell’AVS dove la Ghiera di Regolazione liquido era interna) risiede nella Ghiera di Regolazione del liquido esterna, difatti grazie ad un apposito raccordo, la rotazione di esso occlude o scopre i fori d’alimentazione dell’Atom determinandone il pescaggio del liquido.

Prodotto in due differenti versioni, in cui sono state variate piccole componenti (si veda il posizionamento del foro alla base della Torretta ed il millimetrico sovradimensionamento della vaschetta) e gli Add on del pacchetto d’acquisto (si veda l’adattatore per montare i Tip 510/901, la vaschetta in Acciaio Inox e la mancanza dell’estensore Atom per l’utilizzo ini configurazione lunga). Grazie a particolari adattatori, non ultimo quello di cui vi abbiamo parlato QUI, l’UFS è stato dotato di attacco 510, il che gli ha permesso l’assemblaggio a tutti i Big Battery con attacco 510 (si veda il Provari).

Componentistica dell’UFS

Proprio in considerazione delle due release dell’UFS, quelli analizzati di seguito sono i componenti forniti nella Release 2 mostrati in ordine di montaggio:

Base/Torretta (che costituisce la prima parte del Collector Tank e l’attcco Atom)

CT Forato (che costituisce la seconda parte del Collector Tank con i fori per il controllo dell’Air Flow e che insieme alla Base/Torretta funge da vasca di raccolta del liquido in eccesso).

Ghiera CR (è la ghiera incaricata di occludere e scoprire i fori del Collector Tank per determinare l’afflusso dell’aria)

Ghiera per il controllo del liquido (è la base dell serbatoio dell’UFS che funge anche da ghiera per il controllo del liquido)

La Vaschetta (è il cuore del serbatoio fornita sia in Acciaio che in Plexiglass)

Vaschetta Superiore (è la seconda parte del serbatoio da assemblare per la “configurazione lunga”)

Il Cup Superiore (è il tappo che crea la tenuta stagna dell’UFS implementato di un oring che avvolge internamente il Drip Tip)

L’Adattatore 510/901 (permette di montare i propri Drip Tip 510/901, lo vedete insieme al Tip XL di Siam Mods che sopperisce alla mancata dotazione dell’estensore Atom [non incluso nella dotazione dell'UFS])

PROCEDURA FOTOGRAFICA D’ASSEMBLAGGIO

Per completezza, vi mostro la corretta procedura d’assemblaggio dei componenti dell’UFS (tenendo in considerazione che non è “necessario” seguire doversamente quest’ordine)

I componenti smontati (in ordine di montaggio)


Avvitare la Torretta alla seconda parte del Collector Tank

Avvitare il CR al Collector Tank

Inserire la Ghiera di controllo del liquido (questo raccordo va prima “spinto” nel suo alloggio ed al termine corsa avvitato completamente)

Avvitare la Vaschetta (nella Release 1 la vaschetta (in plexiglass) aveva il suo verso in quanto i due oring posti alla base delle filettature erano differenti, nella maggior parte delle Release 2 la Vaschetta in acciaio non ha verso (quelle in plexiglass in dotazione hanno in molti casi gli oring differenti). Il consiglio è di verificare che avviti completamente e laddove questo non dovesse succedere si potrà sostituire l’oring troppo spesso con uno di egual spessore dell’altro.

A questo punto inserire il Tip sull’Atom ed avvitare l’Atom all’attacco avendo cura di serrarlo con forza; ruotare la ghiera del liquido in senso antiorario fino a fine corsa (l’atom stesso bloccherà la corsa) verificando che l’attacco atom sia totalmente chiuso.

Avvitare la seconda parte del Tank (l’eventuale sostituzione di un oring troppo spesso vale anche per questo componente)


Riempire il Tank con il proprio liquido cercando di lasciare almeno 1 mm di vuoto

Avvitare il Cup superiore senza l’oring di tenuta


Inserire l’Oring nel Tip facendolo scendere all’interno del suo alloggio nel Cup superiore

Avvitare l’Adattatore che provvederà anche a mandare l’oring nella sua sede


UTILITY

Le immagini di seguito si riferiscono all’UFS con boccaglio proprietario senza adattatore:



Esploso dell Collector Tank dell’UFS

CONSIGLI E CONCLUSIONI

Fermo restando che si potrebbe stare qui per giorni a parlare dei micro aggiustamenti che molti possessori dell’UFS hanno fatto in corso d’opera, e di particolare attualità quelli per ottimizzarne l’uso in condizioni di particolare caldo ecco quelli che reputo i più opportuni:

  • L’oring superiore fornito di default è troppo spesso per un corretto utilizzo, pertanto andrebbe sostituito con uno di egual diametro e minor spessore; questo si rende necessario per due motivi:
  1. Avendo l’oring troppa tenuta, durante le regolazioni del liquido, la ghiera (a causa dell’oring) tende a svitare l’atom con il relativo riempimento della vasca di raccolta.
  2. Con un oring di così grande tenuta, aprendo tutto il liquido, non entrando aria il liquido stesso rimane immobilizzato e non arriva nei fori d’alimentazione dell’atom, rendendo necessaria la procedura di chiusura dell’aria, tiro a vuoto e riapertura dell’aria (così’ come avviene nell’AVS o nel FOG occludendo i due fori).
  • E’ buona norma ungere con vasellina tutte le filettature, in modo particolare quelle del CR e della Ghiera del liquido, risultando poi molto più comodi gli aggiustamenti di queste.
  • Fate sempre attenzione se durante la pulizia e manutenzione doveste togliere il Pin centrale; questo viene tenuto in sede da due piccoli oring che evitano di mandare in corto l’UFS, riposizionarli è ardua impresa.

 

Per determinare la configurazione lunga o corta dell’UFS sarà sufficiente includere o escludere dal montaggio la Vaschetta superiore (ricordandosi che eliminandola, il Tip XL mostrato nelle immagini risulterà uscire dall’UFS di circa un centimetro.

Di seguito un video che mostra il sistema interno d’afflusso liquido:

Per concludere un video di Scott Bonner che mostra chiaramente la procedura d’assemblaggio (si tenga presente che nel video viene mostrato l’UFS V1, pertanto basterà sostituire l’Estensore Atom con il Drip Tip ed aggiungere un raccordo come mostrato nelle immagini precedenti):

Articoli molto simili

2 Commenti

  1. My brother suggested I would possibly like this website. He was once entirely right. This post truly made my day. You cann’t imagine simply how a lot time I had spent for this information! Thank you!

  2. Thanks Neff ;)

Lascia la tua opinione

Top