Sigaretta Elettronica Blog

Box Mod nel Made in Italy

Esigarettanews
28 set 2012

Come diceva un vecchio detto: “tutto il mondo è paese” ! Nel nostro caso però, forse, questo proverbio non trova necessariamente basi fondate.

Da tutto il 2012 e ormai il giro di boa è più che sorpassato, in Italia l’esperienza media dei Vapers si è assai innalzata e sempre più Vapers scelgono di acquistare prodotti all’avanguardia, performanti, di nicchia (almeno fino a poco tempo fa) e di rivolgersi ai così detti “Modder” per farsi realizzare una Box Mod propriamente detta “Artigianale”. Spesso la “qualità” è stata ricercata fuori dall’Italia, si veda i vari Red Sky Mods, Sweet Vapes e via dicendo, pensando che le prestazioni e l’artigianalità fossero proprie solo ed esclusivamente oltre oceano.

Particolare riscontro in ciò lo troviamo in modo specifico in due, consentitemi il termine, artigiani, che hanno saputo fare del legno un’arte, dell’arte una Box Mod, della Box Mod un prodotto accessibile ai più. Sto parlando del Team Lukkos (“Vecchiemaniere” & “Mikkos45″) e di Damiano.

Nonostante il panorama del Bel Paese offra anche altre alternative, anche se meno conosciute, le due realtà hanno saputo partire dal basso, per scalare il successo, tra l’altro riscontrabile nella quantità di commissioni di lavoro (il pubblico decreta il successo), per poi affermarsi con alcuni modelli ormai noti che troverete visibili nelle Aree dedicate su Esigarettaforum.com. In questo articolo, per entrambi, cercheremo sintetizzando al massimo di ripercorrere per step le evoluzioni dei loro lavori presenti nella Rubrica Italian Modder.

Lukkos Team 

lukkos

Originariamente nato da un semplice scambio d’opinioni, trasformatosi poi in stima  ed amicizia, il Lukkos Team nel corso dei mesi, ha saputo sfruttare la lunga esperienza nel campo di “Mikkos45″  tramite proposte, innovazioni, scelte azzeccate e spesso vere e proprie “invenzioni” combinandole con l’arte della lavorazione del legno, l’artigianalità e l’estro di “Vecchiemaniere” ( mi pregio di aver inventato il nome della combo: Lukkos Team).

La prima grande novità che proposero ai Vapers, forse e sottolineo forse, novità per la quale non tutti erano pronti, fu il No Push System un sistema di auto feeding per Box Mod che evitava la pratica dello squonk tramite un sistema di “non ritorno” del liquido. Successivamente il Team si cimentò in qualcosa di ben più “Importante” iniziando, nero su bianco, a progettare quella che poi diventò l’attuale No Pipe, una E-pipe dalle forme futuristiche interamente artigianale implementata del No Push System e di un sistema di regolazione dell’aria (all’epoca “esclusivamente” proprietario) in un connubio di performance e design.

  

Passando attraverso alcuni lavori d’esercizio, grazie ai quali la loro esperienza iniziava a concretizzarsi in PV, si arrivò poi a quella che per molti è stata la vera grande “invenzione” del Lukkos, l’ACS (Air Control System) già di serie sulla No Pipe e poi riutilizzato nel grande capolavoro attuale: la Puzzle Box.

Image Hosted by ImageShack.us  

Nata per gioco da un’idea di Vecchiemaniere, questa Box Mod incontrò presto il favore del pubblico per il fascino che gli incastri di corpo e sportello emanavano, per la precisione con cui veniva e viene realizzata (passando per le tante essenze di legno che vi si potevano ammirare) ed infine per aver poi accolto anch’essa l’ACS come, in alcuni casi, circuiti elettronici che l’hanno resa Varivolt.

Da lì in poi è stata un’escalation di successi, di evoluzioni, dove sia No Pipe che Puzzle Box hanno continuato a migliorarsi modello dopo modello, arrivando ad essere realizzate in numerose combinazioni di legni e trovando spazio in esse le migliorie apportate grazie ai test “su strada” che non solo le hanno rese famose, ma che continuano ad affascinare e rimangono sogno dei Vapers che ancora non la possiedono.

DAMIANO

 

Il termine più adatto per definirlo è senza ombra di dubbio: “Poliedrico” per la sua particolare attitudine nel plasmarsi alle richieste ed alle commissioni. Inizialmente fattosi conoscere al pubblico per i suoi primi lavori dove alcune Box Mod risultavano prive di sportello ma composte da due sezioni una nell’altra (una sorta di scatola di fiammiferi per intenderci), il percorso d’evoluzione di Damiano è stato incredibilmente veloce, raggiungendo dai primi lavori a quelli attuali, un superamento dei dettagli e delle finiture di grande pregio.

Noto anche per aver creato la Delorean Hybrid, una Box Mod in alluminio con un posizionamento del display sui generis e le due modalità (da cui il nome) Meccanica e Varivolt, ha proseguito con tutta una serie di lavori ed idee spesso su commissione, spesso pure intuizioni che hanno innovato le modalità di realizzazione delle Box Mod ed al contempo fatto combaciare dei circuiti prestanti al sapore del legno.

  

Negli ultimi mesi Damiano ha realizzato differenti specifiche finiture che ha dato poi la possibilità di scegliere sulle sue Box Mod, particolari quelle graffiate e bruciate che restituiscono unicità alle sue Mod già proprie di originalità. Due dei lavori più interessanti, per dirne alcuni, sono senz’altro la Benetton a 12 strati di 5 differenti essenze di legno  e l’Interceptor, forse il primo autentico Big Battery interamente in legno realizzato in Italia.  Di particolare pregio va annoverata la pulizia e precisione degli spazi interni, che logisticamente combinano batterie, circuiti e boccette di alimentazione ben sfruttando l’area a disposizione nella box.

  

*****************************

Il senso principale di questo articolo? Semplice… Se vi ritenete estimatori dello svapo Bottom Feeder, siete affascinati dalle Box Mod ma in modo particolare amate brandire quel calore che solo il legno sa restituire, rivolgersi all’estero per ottenere qualità, prestazioni e fascino non è sempre la strada migliore da percorrere, l’Italia ormai ha i suoi Red Sky Mods e Sweet Vapes (per citarne due), che se vogliamo, ha abbondantemente superato.

Di seguito una serie di immagini di alcuni lavori del Lukkos Team e di Damiano, mescolate in ordine sparso, proprio per poter avere un resoconto fotografico del futuro artigianale del presente e del futuro dell’Italia nello svapo:

  

  

  

  

Image Hosted by ImageShack.us  Image Hosted by ImageShack.us

Articoli molto simili

Lascia la tua opinione

Top