Sigaretta Elettronica Blog

Lettera al Direttore (Gazzetta di Parma)

Esigarettanews
13 dic 2012

Lo facciamo per completezza di informazione e vi riportiamo un articolo apparso sulla Gazzetta di Parma che parla di un probabile avvelenamento da nicotina. Prima di commentarla e di esporre il nostro giudizio sia sull’accaduto che sul modo in cui la notizia viene presentata, la citiamo per intero senza censure:

*********************

Lettere al direttore - “Sigaretta elettronica, a Parma il primo ricovero per overdose da nicotina”

Gianfranco Cervellin, primario del pronto soccorso, attraverso una lettera alla Gazzetta di Parma interviene nel dibattito sulla sigaretta elettronica, sempre più diffusa anche a Parma. Secondo Cervellin ci sono riserve sull’efficacia di questo prodotto e sulle conseguenze per la salute. Cervellin rivela che «pochi giorni fa nel Pronto Soccorso di Parma è stato gestito quello che probabilmente è il primo caso al mondo di intossicazione da nicotina dovuto ad ingestione accidentale del contenuto di un refill per “sigarette elettroniche”».
Ecco la lettera pubblicata oggi dal nostro quotidiano:

Caro direttore,
mi permetta di intervenire sul tema della cosiddetta (impropriamente, a mio modo di vedere) “sigaretta elettronica”, oggetto che sta impazzando sul mercato in questi mesi, e cui il suo giornale ha recentemente dedicato ampio spazio.  Sul versante dell’efficacia, come giustamente rilevato dal prof. Chetta sulle pagine della Gazzetta, le riserve sono molto ampie, tanto che la Food and Drugs Administration (FDA) ha recentemente emesso un documento in cui invita alla massima cautela e si riserva prossimi provvedimenti. Sul versante della tossicità le riserve sono molto meno ampie, in quanto i refill utilizzati per ricaricare i dispositivi contengono dosi di nicotina che possono essere mortali anche per soggetti adulti, se assunte impropriamente.  La nicotina è uno dei più potenti veleni conosciuti, avendo una dose letale di 0,5-1 mg/Kg di peso corporeo negli esseri umani (tanto per capirci: 30-60 mg di nicotina possono uccidere un uomo, e un refill da 30 ml può contenere 540 mg di sostanza), e il motivo per cui non si verificano frequenti episodi di grave tossicità è legato solo al fatto che, fumando le normali sigarette (quelle fatte con il tabacco), si assorbono al massimo 1-2 mg di nicotina. Il delirante terrorista norvegese Anders Behring Breivik, prima di uccidere 77 persone ad Olso, aveva diramato su internet un comunicato in cui spiegava come costruire armi chimiche, e indicava proprio la nicotina come agente ideale, in quanto estremamente potente e facilmente acquistabile.
La verità è che le “sigarette elettroniche”, più che a sigarette, sono assimilabili ai dispositivi medici per rilascio dei farmaci (le “bombolette” che si usano per la cura dell’asma, tanto per capirci), e come tali andrebbero regolamentate.
A riprova del fatto che il problema è reale, pochi giorni fa nel Pronto Soccorso di Parma è stato gestito quello che probabilmente è il primo caso al mondo di intossicazione da nicotina dovuto ad ingestione accidentale del contenuto di un refill per “sigarette elettroniche”. In considerazione di quanto sopra esposto, il caso è stato segnalato attraverso un’importante rivista medica internazionale. D’ora in poi, in mancanza di seria regolamentazione, i medici dovranno sapere di poter avere a che fare con una nuova potenziale fonte di avvelenamento.

Gianfranco Cervellin

*********************

Non mettiamo assolutamente in dubbio la veridicità della notizia e ribadiamo che la cosa fa riflettere anche in considerazione della scarsa informazione che riguarda le sigarette elettroniche (ed è proprio questa la causa, non le sigarette elettroniche in sè stesse).

Il fatto che le parole inerenti alla Esigaretta vengano associate ai tristi eventi norvegesi, forse non è il modo corretto in cui andrebbe affrontata la questione, che è pur sempre questione rilevante ed assolutamente da discutere.

A nostro avviso ci sarebbe DAVVERO bisogno di una vasta campagna che tenda ad informare il “pubblico” della sigaretta elettronica, rendendolo consapevole dello strumento che si ha tra le mani attraverso una campagna di “informazione” e non di “demonizzazione“.

Proprio dalla disinformazione infatti derivano gli spiacevoli incidenti (spiacevoli equivale a dire “pericolosi”) come quello menzionato; basterebbe che il fumatore che decide di smettere, sapesse che i liquidi contengono nicotina, che è una sostanza tossica a contatto con la pelle, che non va ingerita, che va tenuta lontano dalla portata dei bambini ed utilizzata solo da maggiorenni (e via dicendo) che quel PERICOLOSISSIMO E LETALE strumento chiamato sigaretta elettronica, si trasformi in un rimedio contro il tabagismo (quello sì, mortale) prendendo le dovute cautele per utilizzarlo al meglio.

Ricordando che il Fumo di Sigaretta al Tabacco UCCIDE lentamente e la nicotina è solo una delle migliaia di sostanze  responsabili (se le elencassimo non basterebbe un intero database), che ognuno possa trarre le proprie conclusioni sull’accaduto.

“Ingerire un bicchiere di detersivo potrebbe essere letale? Ingerire un bicchiere di sapone potrebbe essere letale? ecc. L’informazione prevede che le persone sappiano di non doverli ingerire

In conclusione: l’Informazione dà benessere e preserva sì da falsi miti ma anche dalle ombre che spesso si creano su di essi; lo svapare NON è respirare Aria pulita, ma fumare equivale a morire.

FONTE

Articoli molto simili

8 Commenti

  1. Giuseppe

    concordo in toto… riassumendo.. è ovvio che molte cose possono essere letali se non correttamente utilizzate (come l’esempio del bicchiere di detersivo), ma stando al pratico… tutti abbiamo fatto qualche bevutina con le esig, ma ovvio che si parla di gocce! costui come ha fatto a intossicarsi? si è tirato su un intero ce5? che poi non sono un medico, ma sono quasi sicuro che anche in un caso simile, se si sputa velocemente e ci si sciacqua la bocca al massimo ti puoi stare un pochetto male, ma non da arrivare intossicato all’ospedale… sbaglio? non voglio dire che l’informazione sia falsa, ma forse un pochino se l’è pure cercata il personaggio intossicato..

  2. Giuseppe

    ovvio che non volevo scrivere “ti puoi stare un pochetto male” ma solo “puoi stare un pochetto male”… non so da dove sia uscito quel “ti” XD

  3. Giuseppe purtroppo la disinformazione spesso fa brutti scherzi (a prescindere dal “come” sia avvenuto l’incidente).

    La cosa certa e lo ribadisco senza paura di essere ripetitivo, è che prima di demonizzare qualcosa, questo qualcosa va SPIEGATO a chi non lo conosce, in quel modo poi chi vorrà demonizzare ALMENO lo farà con cognizione di causa.

    Quello che “non mi spiego” è il motivo per il quale i riferimenti al tabacco vengano fatti come se si parlasse di un qualcosa che nuoce meno della sigaretta elettronica….

  4. Ivan

    Che noia non faccio altro che sentire che svapare fa più male delle sigarette e magari chi lo dice ha un bella tabaccosa fra le labbra. Sono solo persone pigre che non vogliono sbattersi o che non hanno la mente aperta alle novità, un po’ come quando sono usciti i primi telefonini e si tendeva a prendere per il culo chi si avvicinava a quella tecnologia. Tornado alla notizia vi dico solo una cosa ” anche se ti mangi un pacchetto di sigarette puoi morire” SVEGLIAAAAA

  5. …con la differenza che il pacchetto di sigarette puoi morire anche se non lo mangi… ma lo fumi ;)

  6. Giuseppe

    bhè anche questo è vero! però chi vuole rimanere ignorante (e magari ha qualche interesse nel farlo), rimarrà ignorante anche a fronte delle spiegazioni!

    danielino…due cose fuori tema…
    1)è un vero onore discutere con te (mi sento come le ragazzine fan di justin bieber… “o mio dio! danielino mi ha risposto!” ahah!
    2) se ne avete una sotto mano fareste una prova della spinner vv? mi incuriosisce molto, in particolare la 400 mah, che sarebbe un ottimo hw da passeggio!

  7. Giuseppe due cose fuori tema:

    1) Ha senso scrivere se qualcuno legge, quindi credimi che l’onore è mio/nostro.

    2) Della spinner VV ne aveva parlato Follestress su Esigarettaforum e mi ci ero incontrato condividendo le sue impressioni dal vivo.

    Questo è il topic:
    http://www.esigarettanews.com/lettera-al-direttore-gazzetta-di-parma/

    Nel topic si parlava del modello da 900 e 1300, quindi le prestazioni cambieranno ovviamente nella durata (di molto inferiore).

    D.

  8. Giuseppe

    già letto quel topic :)
    se ti capita di testarla metti i risultati dai ;)
    grazie di tutto Danielino e scusami per questo che nei forum verrebbe chiamato “ot” ;)

Lascia la tua opinione

Top