Sigaretta Elettronica Blog

Pulizia dell’attacco Ego e del Charger

Esigarettanews
30 lug 2012

In un vecchio articolo raccolto nella categoria Guide vi abbiamo dato un breve resoconto sulla Pulizia degli Atomizzatori (fermo restando che questi, così come i Cartomizzatori, hanno una loro vita propria che non è salutare allungare oltre la norma).

 

Di certo è la batteria più utilizzata al mondo nell’ambiente dei vapers di ogni grado d’esperienza, ma anch’essa per quanto appaia strano ha bisogno di manutenzione. Nel corso della sua evoluzione la batteria Ego si è evoluta in vari step, aumentando la durata, migliorando le prestazioni ed addirittura diventando a voltaggio variabile… contemporaneamente anche i sistemi d’alimentazione per Ego sono aumentati a dismisura ma per quanto questi siano progrediti, l’attacco Ego è sempre soggetto a perdite e trafilaggi di eliquid.

Proprio per questo motivo i residui di liquido sono soliti incrostarsi sul piattello dell’attacco Ego che è buona norma pulire così come il charger destinato a ricaricarla; una piccola pulizia settimanale con cotone  ed alcool o anche semplicemente aria compressa, manterrà l’attacco Ego sempre pulito, così come le sue filettature esterne che spesso si incrostano deteriorandosi e rendendo difficili gli assemblaggi ad esse.

Di seguito un video che mostra una corretta pulizia della Batteria Ego e del Charger:

 

Così come le Ego, ovviamente, anche tutti gli altri PV hanno bisogno di una pulizia costante atta a preservarli dalle incrostazioni del liquido e nei casi peggiori dalla penetrazione del liquido stesso all’interno di essi.

Articoli molto simili

Lascia la tua opinione

Top