Sigaretta Elettronica Blog

Sigaretta Elettronica un viaggio aromatico nel vapore

Esigarettanews
10 ott 2012

La riflessione che farò in questo articolo, per molti risulterà scontata, per altri invece, sarà un’occasione per guardare il mondo della Sigaretta Elettronica, dello svapo, da un punto di vista nuovo e differente.

Spesso chi si accosta a questo mondo, è solito vedere la sigaretta elettronica come un metodo alternativo per smettere di fumare; chi invece è un vapers ormai smaliziato, lo vede come un hobby essendo ormai abituato ad avere per le mani i più disparati hardware: dalla mini, alla Ego, dai Big Battery alle Box Mod e via dicendo.

Ma in fin dei conti, abbandonando per un istante le performance del nostro Hardware pur importanti, qual’è il “carburante” che manda avanti la sigaretta elettronica e che fa sì che essa diventi davvero un mondo parallelo al Fumo ma ben più aromatico e “salutare”? Gli E-liquid. (si prenda il termine “salutare” con le dovute cognizioni).

Personalmente mi sono spesso soffermato sulla resa aromatica di un sistema d’alimentazione piuttosto che sullo sviluppo dell’Hit (colpo in gola) e della produzione di vapore. Questo semplicemente perchè la moltitudine di case produttrici di aromi destinati alle Ecigarette e di eliquid pronti , sono aumentate in parallelo a quelle dell’Hardware, e la scelta in questo senso è quindi diventata estremamente vasta permettendo ai vapers (e mi ricollego al titolo dell’articolo) di affrontare un vero e proprio “Viaggio Aromatico nel Vapore”.

…e lo dico calandomi nell’entusiasmo di un bambino: è stupendo selezionare aromi, creare il proprio eliquid, sviluppare mix intensi e di successo, o più semplicemente provare nel corso del tempo liquidi pronti contenenti aromi puri o diversamente mix di essi (cogliendo sempre l’occasione per ricordare che i liquidi contenenti nicotina vanno maneggiati con attenzione e con l’utilizzo di guanti protettivi).

Visitando questo pianeta, che è sì solo una galassia dell’universo delle Esigarette, ed affrontando la questione un po’ come alchimisti che cercano di raggiungere un Karma attraverso pozioni e concentrati, si scoprirà che il vapore non è fatto solo di circuiti, di elettronica, di meccanica o di parti assemblate, ma è fatto dell’intensità e della diversificazione del gusto e della percezione.

Per concludere: il mio personale applauso va a tutti quei produttori d’aromi o di liquidi, che stufi della semplice riproduzione di questo o quel gusto, cercano di proporre nel mondo dei liquidi, quelle entità a sè stanti (spesso anche con nomi onomatopeici o di fantasia) dando al vapers la chiave per accedere di diritto al mondo dell’Aroma.

Articoli molto simili

Lascia la tua opinione

Top