Sigaretta Elettronica Blog

Un Articolo preoccupante

Esigarettanews
20 lug 2012

Nonostante non sia necessario creare allarmismi, vale la pena di riportare quanto raccontato in un articolo di Ecigadvanced riguardo ad una ex fumatrice ed alla sua disavventura.

 

Pat Veitenthal è une delle tante ex fumatrici che recentemente ha tentato di dire stop al fumo mediante l’utilizzo di una sigaretta elettronica.

Entusiasta della possibilità che quel nuovo dispositivo gli avrebbe dato una soddisfazione molto più salutare, credeva di essere riuscita a trovare un buon equilibrio nel percorso di disintossicazione dal fumo.

Tuttavia dopo pochissimo tempo dalla nuova esperienza, iniziò a soffrire di una brutta tosse e di respiro estremamente corto (QUI la storia raccontata da Pat).  In soldoni, aveva sviluppato una polmonite derivante dalla sigaretta elettronica.

In realtà la spiegazione di tutto questo risiedeva in una avanzata malattia polmonare debilitativa causatagli da anni di fumo (BPCO) che l’aveva esposta alla polmonite, i suoi alveoli polmonari  non riuscivano a reggere il vapore acqueo prodotto dalla sigaretta elettronica (e da qui la difficoltà nell’espirare aria)

Klaus Kneale, l’autore dell’articolo, commenta dicendo che queste notizie sono senz’altro obiezioni molto più rilevanti rispetto alle prese di posizione dell’FDA (e probabilmente ha ragione). Lo staff di Ecigadvanced ha inoltre richiesto alla Boston University una possibile correlazione tra la polmonite e la ecig, e la risposta è stata negativa riguardo il vapore acqueo come causa della polmonite (in effetti il fumo e la BPCO sono precursori della polmonite e verosimilmente il fisico debilitato di Pat non era in grado di reggere nemmeno il vapore prodotto dal fumo elettronico).

FONTE

Considerazioni

In definitiva, tali casistiche seppur reali, non devono far riflettere sull’utilità o meno della sigaretta elettronica contro il fumo di sigaretta tradizionale, tantomeno allarmare chi già ne fa uso; tuttavia la morale che se ne deve ricavare è quella di stare in guardia per tutti coloro che hanno un lungo passato da fumatori e sanno di essere debilitati a tal punto di non  poter introdurre ulteriori nuove sostanze nell’organismo (fermo restando che smettere di fumare senza alcun ausilio, rimane la soluzione più idonea).

Articoli molto simili

2 Commenti

  1. elisa

    Ciao! Vorrei solo dire un grazie enorme per le informazioni che avete condiviso in questo blog! Di sicuro continuero’ a seguirvi|

  2. erica

    Info Molto utile. Spero di vedere presto altri post!

Lascia la tua opinione

Top